Le ricette che vi proporrò sono tutte mie creazioni o rivisitazioni, rigorosamente essenziali, seguendo le stagioni, adatte ad una facile preparazione casalinga...

lunedì 4 marzo 2013

Spaghetti con crema di porri e merluzzo

Ho creato questo piatto per invogliare mia figlia a mangiare il pesce, lei adora il salmone e tutti i crostacei, ma arriccia il nasino davanti ad una sogliola o un branzino!! Quindi ho pensato di "inserire" il pesce nel condimento per gli spaghetti. Alla fine il piatto è risultato delicato e adatto anche a chi il pesce lo adora.

Ingredienti per 4 persone:
300 gr. di spaghetti,
4 filetti di merluzzo,
1 porro,
1 piccola patata,
700 ml di latte,
1 cucchiaino di erbe di Provenza,
1/2 cucchiaio di zenzero in polvere,
1 spicchio di aglio,
2 cucchiai di olio extra v. oliva
sale e pepe q.b.


Affettare finemente il porro e metterlo a rosolare con 2 cucchiai di olio in un tegame antiaderente abbastanza capiente da poter mantecare la pasta. Sbucciare la patata e tagliarla a cubettini di 1/2 cm al massimo, aggiungerla al porro e far insaporire. In un pentolino mettere a scaldare il latte. Aggiungere una parte del latte ai porri e patate fino a coprire, mettere il coperchio  e lasciare stufare lentamente e aggiungere altro latte a cucchiaiate quando comincia ad asciugare. In un altro tegame far bollire 150 ml di latte con lo zenzero e le erbe di Provenza, mettere i filetti di merluzzo, chiudere con il coperchio e spegnere il fuoco. Lasciar riposare e intanto portare a cottura porri e patate, aggiungendo tutto il latte rimanente e aggiustando di sale e pepe. Quando le patate saranno morbide schiacciarle con un cucchiaio di legno e spegnere il fuoco.
Intanto cuocere gli spaghetti.
Quando gli spaghetti sono quasi pronti, riaccendere il fuoco ai porri e incorporarvi il merluzzo spezzettato con tutto il suo latte di cottura, aggiustare di sale e far riprendere il bollore. Scolare gli spaghetti e versarli sulla crema di porri, mescolare velocemente e disporre nei piatti. Spolverare con pepe nero appena macinato.
Accompagnare con un Piemonte Chardonnay.

Nessun commento:

Posta un commento